Tutto quello che non ti hanno ancora detto sulla frequenza cardiaca: 3 importanti differenze da conoscere assolutamente

La frequenza normale

Il cardiofrequenzimetro con fascia è uno strumento che serve per misurare la frequenza dei battiti cardiaci. Il cuore, infatti, è un muscolo che batte più volte al minuto per poter spingere in tutto il corpo il sangue che trasporta l’ossigeno e altre importanti sostanze per il metabolismo cellulare. La frequenza cardiaca si misura in battiti al minuto, indicati con bpm. Una persona adulta in buona salute dovrebbe avere una frequenza cardiaca minima di 60 bpm e massima di 100 bpm. Al mattino appena svegli la frequenza cardiaca che si misura è quella minima mentre sotto sforzo fisico si misura la frequenza massima. Questi valori rilevati con un qualsiasi cardiofrequenzimetro con fascia per poter avere importanti informazioni sul proprio stato di salute oltre che per allenarsi al meglio.

La bradicardia

Quando la frequenza cardiaca registrata con uno strumento come il cardiofrequenzimetro è inferiore a 60 bpm, si tratta di bradicardia che può essere una condizione normale e non segnalare per forza un problema cardiaco. Il cuore, come detto prima, è un muscolo e può essere allenato e, di solito, le persone che sono ben allenate e pratica uno, o anche più, sport regolarmente hanno naturalmente la frequenza cardiaca un po’ più bassa del normale. In questo caso, i battiti meno frequenti indicano una situazione di buona salute. Alcuni atleti hanno spesso la bradicardia, non solo al mattino presto; si tratta di fondisti, apneisti e ciclisti.

La tachicardia

Quando la frequenza massima è superiore a 100 bpm, il soggetto è affatto di tachicardia. Questa condizione può anche essere solo passeggera poiché i battiti aumentano durante uno sforzo fisico, durante uno stato di agitazione o anche di eccitazione.  Chi si allena regolarmente riesce a far funzionare meglio il cuore e a diminuire i battiti al minuto per via dei molti benefici legati alla costante pratica di uno sport. Una tachicardia persistente segnala delle cattive condizioni del cuore, che è molto affaticato.