Guida prestiti Inpdap: il piccolo prestito

L’ex Inpdap, l’ente che si occupa della previdenza contributiva per i lavoratori del pubblico impiego, soppresso da qualche anno e inglobato nell’Inps, offre ai dipendenti pubblici e ai pensionati la possibilità di accedere a prestiti di diversa entità e tipologia, proposti a condizione e tassi di interessi vantaggiosi: si tratta prevalentemente di prestiti pluriennali e di piccoli prestiti. Nella guida prestiti Inpdap: il piccolo prestito viene illustrato in ogni dettaglio, per consentire a chi è interessato a questo tipo di finanziamento di valutarne le caratteristiche e scoprirne i vantaggi.

I piccoli prestiti Inpdap consistono prevalentemente in finanziamenti di entità contenuta, erogabili sia dall’Inps, sia da enti creditizi convenzionati, che operano sfruttando procedure telematiche per velocizzare notevolmente le operazioni di richiesta. Il prestito viene restituito con un piano di ammortamento che non supera i 4 anni di tempo, e si rivolge ad utenti che offrono un’eccellente garanzia, costituita dalla busta paga e da una posizione lavorativa a tempo indeterminato. L’importo erogato tramite questo sistema in genere parte da una cifra pari ad una mensilità del richiedente, e le rate vengono detratte direttamente dallo stipendio, in base al piano di ammortamento stabilito. Per richiedere il piccolo prestito Inpdap, e tutti i tipi di finanziamento ex Inpdap, è obbligatorio essere dipendenti della pubblica amministrazione, con contratto a tempo indeterminato e iscritti alla Gestione Unitaria delle Prestazioni Sociali e Creditizie. E’ necessario essere in servizio presso un ente pubblico da almeno 4 anni e, nel caso di contratto a tempo determinato, la durata del contratto deve essere di almeno 3 anni e comunque superiore al piano di ammortamento del prestito.

Come è indicato nella guida ai prestiti Inpdap, il piccolo prestito può essere richiesto online, accedendo all’area riservata del portale Inps, in maniera rapida, semplice e sicura. E’ sufficiente seguire la procedura guidata, per poter direttamente presentare la domanda di ottenimento del prestito, senza alcuna necessità di recarsi presso una sede Inps o qualsiasi altro ufficio. Gli interessi, come per tutti i prestiti Inpdap, sono intorno al 4,25%: un tasso più che vantaggioso, considerando che banche e società finanziarie richiedono anche il doppio.